02 aprile 2008

Paolo Alberto Faccini: Complimenti un gran bel gol!!!

Un nome che ad ogni tifoso romanista non più giovanissimo fa ricordare una data importante: 12 settembre 1982, la prima giornata di un campionato trionfale che alla fine vedrà gli atleti giallorossi fregiarsi dello scudetto dopo 41 anni e Antonello Venditti ammaliare una marea umana al Circo Massimo. Quella domenica pomeriggio, al Sant’Elia di Cagliari, il primo gol della vittoria per 3-1 viene siglato da un riccioluto giovanotto veronese, Paolo Alberto appunto. Un incontro con la Storia già sfiorato un paio d’anni prima, quando la sua prima rete in assoluto stava per dare con 24 mesi d’anticipo la gioia tricolore alla sponda del Tevere dal cuore testaccino: Roma-Fiorentina, con i viola di Picchio De Sisti che pareggiando 1-1 (rete di Bertoni) di fatto consegnarono l’ennesimo titolo a Madama Juventus. Lo abbiamo incontrato insieme al consigliere comunale Alessandro Cochi alla presentazione del libro “Sport: cultura in movimento.Problemi e prospettive a Roma”. Venticinque anni dopo Faccini è ancora a Roma, ormai figlio adottivo della Capitale dove svolge la sua attività di procuratore sportivo, ma con un lodevole impegno anche nella natìa terra scaligera: “Qui a Roma – oltre all’attività di agente – sono impegnato nella gestione di una scuola calcio insieme al mio amico Roberto Pruzzo, nell’impianto della Ferratella in XII Municipio. Ma da tempo, con un gruppo di vecchi amici di Verona, abbiamo puntato molto su una scommessa ben più difficile: nel 1994 è nata la “Comunità Solidarista Popoli Onlus”. Il Deus ex machina di questo nostro progetto è Franco Nerozzi, al quale si deve l’impulso iniziale.
Qual è la vostra battaglia attuale, quella più sentita? “Sicuramente quella in favore dell’etnìa Karen, una popolazione birmana di origine tibetana, fortemente repressa e perseguitata dal regime di Rangoon, in quella che è l’emergenza recentemente sollevata dai media di tutto il mondo”.
Cosa state facendo per loro? “Insieme ad altre realtà non governative stiamo cercando di fornire loro lo stretto necessario in termini di assistenza medica. Purtroppo operiamo in semiclandestinità, in quanto il regime locale osteggia fortemente la nostra opera. Abbiamo una base operativa a Bangkok, dove acquistiamo i medicinali che, grazie ai medici di Popoli, Roberto Maggi e Rodolfo Turano, facciamo giungere fino a loro. Ma non è facile: ogni volta si deve entrare in Birmania sperando di non subìre conseguenze pesanti”.
Sulla iniziativa per niente facile e di alto spessore umanitario, e che dimostra come diversi ex giocatori siano spesso impegnati socialmente senza troppa pubblicità e clamotri vari, E’ interveuto anche il nostro presidente nazionale Claudio Barbaro, membro della Giunta nazionale del Coni, presieduta da Gianni Petrucci, che porterà l’associazione a conoscenza del Forum delle Onlus del Terzo Settore.
Come è possibile partecipare attivamente a questa lodevole iniziativa? “Inutile nascondere che le priorità sono di tipo economico. Accedendo al nostro sito www.comunitapopoli.org ci sono le risposte alle domande più immediate, e viene spiegato come poter sostenere questo ed altri progetti”.
Complimenti: davvero un gran bel gol, Paolo Alberto Faccini.Paolo Alberto Faccini Complimenti un gran bel gol!!!